Benvenuto,

Esci

Aziende agricole: aliquote contributive per il 2015

4 mar 2015 Per l’anno 2015, l’aliquota contributiva dovuta al FPLD (Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti) dai datori di lavoro agricolo, che impiegano operai a tempo indeterminato e a tempo determinato ed assimilati, è fissata nella misura complessiva del 28,30%, di cui 8,84% a carico del lavoratore (Inps, circolare 26 febbraio 2015, n. 49).

Imprese soggette a procedure concorsuali, la decorrenza della Cigs

4 mar 2015 Con riferimento alla concessione della Cigs a favore dei lavoratori di imprese sottoposte a procedure concorsuali (art. 3, co. 1, L. n. 223/91), il Ministero del lavoro, con circolare n. 4 del 2 marzo 2015 ha precisato che è ammissibile che l’impresa interessata possa richiedere il trattamento straordinario di integrazione salariale anche in un momento successivo alla data di ammissione o sottoposizione ad una delle procedure in questione.

CCNL SACRISTI: firmato l'accordo di rinnovo

3 mar 2015 Sottoscritto il 21/1/2015, tra la FACI, la FIUDAC/S, l’accordo di rinnovo del CCNL per i sacristi addetti al culto dipendenti da enti ecclesiastici 2014-2017.

Lapilli

Trasferimento immobili, i costi delle annotazioni

4 mar 2015

La base imponibile da assumere per la determinazione dell’imposta ipotecaria dovuta per le annotazioni di restrizione di beni da eseguire in forza di decreto di trasferimento è rappresentata, indipendentemente dalla circostanza che gli immobili liberati possano costituire l’intero compendio oggetto dell’ipoteca, dal minore valore tra l’ammontare del credito garantito e il prezzo di aggiudicazione degli immobili trasferiti (Agenzia delle Entrate - Circolare 04 marzo 2015, n. 8/E).

Istituzione della causale contributo "RCAD"

4 mar 2015

Al fine di consentire il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute per il recupero del contributo addizionale per la Cassa integrazione guadagni, è stata istituita la causale contributo "RCAD" denominata "Recupero contributo addizionale CIG". In sede di compilazione del modello F24, la suddetta causale è esposta nella sezione "INPS", nel campo "causale contributo", in corrispondenza, esclusivamente, delle somme indicate nella colonna "importi a debito versati" (Agenzia delle Entrate - Risoluzione 04 marzo 2015, n. 24/E).

ltalia - Principato di Monaco, stop al segreto bancario

3 mar 2015

Firmato, a Monaco, l’Accordo in materia di scambio di informazioni ai fini fiscali tra l’Italia ed il Principato di Monaco che pone fine al segreto bancario nello Stato estero. Firmato anche un Protocollo in materia di "richieste di gruppo". L’accordo consentirà di sviluppare la cooperazione amministrativa tra i due Paesi e quindi di rafforzare il contrasto all’evasione fiscale transnazionale (Ministero dell’economia e delle finanze - Comunicato 02 marzo 2015, n. 45).

La "presenza" in cantiere del coordinatore per la sicurezza

3 mar 2015

II coordinatore per la sicurezza è tenuto, nell’ambito dei cantieri temporanei contrassegnati da lavori appaltati, ad assicurare il collegamento tra impresa appaltatrice e committente al fine della migliore organizzazione del lavoro sotto il profilo della tutela antinfortunistica, nonché a vigilare sulla corretta osservanza da parte delle imprese delle prescrizioni del piano di sicurezza. Orbene, la presenza in cantiere del coordinatore pur non dovendo essere intesa come stabile, deve essere tale da consentirgli di assumere quella posizione di garanzia di cui lo stesso è titolare, nei limiti degli obblighi individuati dalla legge, che comprendono anche poteri a contenuto impeditivo in situazioni dì pericolo grave ed imminente (Corte di Cassazione, sentenza 02 marzo 2015, n. 9158).

Imprese soggette a procedure concorsuali: la decorrenza della Cigs

3 mar 2015

Relativamente alla concessione della Cigs a favore dei lavoratori di imprese sottoposte a procedure concorsuali (art. 3, co. 1, L. n. 223/91), è ammissibile che l’impresa interessata possa richiedere il trattamento straordinario di integrazione salariale anche in un momento successivo alla data di ammissione o sottoposizione ad una delle procedure in questione (Ministero del lavoro e delle politiche sociali, circolare n. 4 del 02 marzo 2015).

Domestici: nuovi minimi retributivi contrattuali

3 mar 2015

Il 2 febbraio 2015 presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è stato siglato, dalla Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo, l’accordo sui nuovi minimi retributivi relativial lavoro domesticoderivanti dalla variazione del costo della vita. Gli importi aggiornati hanno decorrenza 1° gennaio 2015 (Comunicato Ministero lavoro 2 marzo 2015).

Accordo Nazionale sul progetto di telelavoro domiciliare, istruzioni INPS

2 mar 2015

Il 15 ottobre 2014 è stato sottoscritto l’Accordo Nazionale di telelavoro domiciliare e progetto sperimentale di telelavoro satellitare. In particolare, l’Accordo rende definitivo il ricorso al telelavoro domiciliare quale forma di flessibilità della prestazione lavorativa, ed estende la possibilità di attivare progetti di telelavoro alle Direzioni Regionali e alla Direzione Generale. Al fine di consentire l’adozione e il consolidamento dei percorsi di telelavoro, l’Inps, con circolare del 27 febbraio 2015, n. 52, fornisce specifiche istruzioni operative.

CASSA COLF: il nuovo regolamento del fondo sanitario

2 mar 2015

Sottoscritto, il 24/2/2015, tra FIDALDO, DOMINA e FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTUCS-UIL, FEDERCOLF, il nuovo regolamento del fondo sanitario integrativo per colf e badanti. Il fondo, attivo dal 1/3/2015, prevede il riconoscimento di un’indennità pari a 30,00 euro in caso di ricovero, convalescenza e per le varie forme oncologiche maligne, oltre al rimborso dei ticket sanitari per analisi, visite mediche e farmaci fino a un tetto massimo annuale di 200 euro. Tra le novità, l’innalzamento del rimborso delle spese sanitarie sostenute dalle lavoratrici in stato di gravidanza, e delle spese sostenute per visite, accertamenti e ricoveri nel primo anno di vita del bambino.

Convertito in legge il Decreto milleproroghe 2015

2 mar 2015

Pubblicato in gazzetta ufficiale il testo definitivo del "decreto milleproroghe 2015" approvato con il decreto legge n. 192 del 31 dicembre 2014. La Legge n. 11 del 27 febbraio 2015 ha convertito il decreto apportando modifiche al testo originario, con la proroga del regime dei contribuenti minimi, della disciplina transitoria per l’esame di abilitazione alla professione di avvocato e dell’attuazione del processo amministrativo digitale, la riduzione dei contributi alla gestione separata INPS per i lavoratori autonomi titolari di partita IVA non iscritti ad altra previdenza obbligatoria né pensionati, l’applicazione della TARI con le aliquote approvate entro il 30.11.2014 ovvero con le tariffe 2013.

Iva ridotta per le cessioni di acqua ossigenata

27 feb 2015

Con la risoluzione n. 23/E del 27 febbraio 2015 l’Agenza delle Entrate fornisce indicazioni sull’aliquota IVA applicabile alla commercializzazione di idrogeno di perossido, comunemente conosciuto come acqua ossigenata. Il documento chiarisce che solo le cessioni di "idrogeno perossido (acqua ossigenata) in soluzione 3 per cento" stabilizzato a 10 volumi, possono beneficiare dell’aliquota IVA ridotta del 10 per cento. L’aliquota agevolata si applica indipendentemente dal formato della confezione ed anche quando è venduta da rivenditori diversi dalle farmacie.

Visto di conformità sulle dichiarazioni: i chiarimenti del Fisco

27 feb 2015

Alla luce delle modifiche introdotte dal Decreto semplificazioni (D.Lgs. n. 175/2014), l’Agenzia delle Entrate fornisce nuove istruzioni per i Caf, dottori commercialisti e consulenti del lavoro per il rilascio del visto di conformità sulle dichiarazioni (Agenzia delle entrate - Circolare n. 7/E del 26 febbraio 2015).

Aziende agricole: aliquote contributive per il 2015

26 feb 2015

Per l’anno 2015, l’aliquota contributiva dovuta al FPLD dai datori di lavoro agricolo, che impiegano operai a tempo indeterminato e a tempo determinato ed assimilati, è fissata nella misura complessiva del 28,30%, di cui 8,84% a carico del lavoratore (Inps, circolare 26 febbraio 2015, n. 49).

Inattività forzata del lavoratore, esclusa la dequalificazione

26 feb 2015

Deve escludersi la configurabilità di una dequalificazione dovuta con una mortificazione personale e professionale laddove la sottoutilizzazione non risulta perdurata per un periodo significativo in relazione ai rallentamenti dovuti all’istituzione dell’ufficio (Cassazione, sentenza 25 febbraio 2015, n. 3844).

INAIL, nuovo termine per la presentazione della denuncia annuale delle retribuzioni

25 feb 2015

A decorrere dall’anno 2015, è fissato al 28 febbraio (29 febbraio in caso di anno bisestile) il nuovo termine per la presentazione all'Inail delle denunce retributive annuali. Pertanto, le dichiarazioni delle retribuzioni corrisposte nel 2014 devono essere presentate entro il 2 marzo 2015, in quanto il 28 febbraio cade di sabato ed il termine è quindi prorogato al primo giorno lavorativo successivo (Inail, circolare 25 febbraio 2015, n. 33).

Riduzione dei premi artigiani per l'anno 2014

25 feb 2015

Per l’anno 2014, la riduzione spettante alle imprese artigiane, ai sensi dell’art. 1, co. 780 e 781, lett. b), della L. 27 n. 296/2006, è stabilita in misura pari al 7,99% del premio assicurativo dovuto (D.M. 18 dicembre 2014).

Split Payment nella PA, modifica al rimborso in via prioritaria

24 feb 2015

Per i soggetti passivi che hanno effettuato operazioni nei confronti delle pubbliche amministrazioni è prevista, ai sensi dell’articolo 38-bis, comma 10, del Decreto n. 633 del 1972, l'erogazione dei rimborsi in via prioritaria dell'eccedenza d'imposta detraibile, a partire dalla richiesta relativa al primo trimestre dell'anno d'imposta 2015, fermo restando l’aliquota media dell'IVA sugli acquisti superiore a quella sulle vendite (art. 30, co. 3, lett. a), D.P.R. n. 633/1972).
Non vale più, quindi, il rispetto degli altri requisiti previsti precedentemente dall’art. 8 del D.M. 23.1.2015 (Ministero dell’economia e delle finanze - Decreto 20 febbraio 2015).

Pronte le regole per l’accesso al modello 730 precompilato

24 feb 2015

Dopo aver ottenuto il via libera del Garante per la Protezione dei dati personali, l’Agenzia delle Entrate fissa le modalità tecniche che consentiranno, a partire dal prossimo 15 aprile, di accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata nel rispetto di stringenti standard a tutela della privacy. Destinatari del 730 precompilato saranno i lavoratori dipendenti e pensionati, che lo scorso anno hanno presentato il 730 (o il modello Unico con le caratteristiche del 730).
I sostituti d’imposta, i Caf e i professionisti per ricevere i 730 precompilati degli assistiti dovranno acquisirne prima la delega e formulare online una specifica richiesta. I cittadini che decideranno di gestire in autonomia la propria dichiarazione potranno entrare nell’area autenticata sul sito dell’Agenzia sia con username e password Fisconline sia, in alternativa, con le credenziali dispositive rilasciate dall’Inps (AGENZIA DELLE ENTRATE - Provvedimento 23 febbraio 2015, n. 25992/2015).

Fine del segreto bancario, Italia e Svizzera firmano l'accordo sullo scambio d'informazioni

24 feb 2015

Siglato il Protocollo che modifica la convenzione Italia-Svizzera del marzo 1976 per evitare le doppie imposizioni. Questo, prevedendo lo scambio di informazioni su richiesta ai fini fiscali secondo lo standard Ocse, pone fine al segreto bancario. Insieme al Protocollo è stata anche sottoscritta una 'road map', un documento politico che fissa il percorso per la prosecuzione dei negoziati su altre questioni tra cui la tassazione dei lavoratori frontalieri.
Il Protocollo pone le basi per rafforzare la cooperazione tra i due Paesi e per contrastare il fenomeno dell’evasione e dell’infedeltà fiscale e, dovrà essere ratificato dai rispettivi Parlamenti. Con la ratifica del Protocollo la Svizzera sarà inoltre inclusa nelle white lists italiane e uscirà dalle black lists basate esclusivamente sull’assenza dello scambio di informazioni. Le autorità fiscali italiane potranno richiedere alla Svizzera informazioni, ivi comprese "richieste di gruppo", anche su elementi riconducibili al periodo di tempo decorrente dalla data della firma, quindi da oggi. Ciò produce effetti ai fini della regolarizzazione spontanea dei capitali detenuti illegalmente nella Confederazione (la cosiddetta voluntary disclosure). I contribuenti italiani potranno sanare le irregolarità pagando integralmente le imposte dovute, come prevede la legge sulla voluntary disclosure, e usufruendo di un regime sanzionatorio più conveniente e di termini di prescrizione dell’accertamento più favorevoli. (Ministero economia e finanze - Comunicato stampa 23/02/2015 n. 40).

Revisione 2015 per gli studi di settore

24 feb 2015

Con il provvedimento n. 25901 del 23 febbraio 2015 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il programma delle revisioni degli studi di settore relativo all’annualità 2015. La revisione interessa 70 studi di settore approvati tra il 2012 e il 2013, riguardanti i diversi settori economici. In particolare è previsto il restyling di n. 26 studi del settore "servizi", n. 12 del settore "attività professionali", n. 12 del settore "manifatture", n. 20 del settore commercio. I nuovi studi di settore evoluti saranno applicabili dal periodo d’imposta 2015.

Apprendistato: risorse alle Regioni per la formazione

24 feb 2015

Con riferimento all'anno 2014, sono destinati 100 milioni di euro per il finanziamento delle attività di formazione nell'esercizio dell'apprendistato, di cui il 50% destinato prioritariamente alla tipologia di apprendistato professionalizzante, o contratto di mestiere. Tali risorse vengono ripartite tra le regioni e le province autonome di Bolzano e Trento per il 65% sulla base degli apprendisti assunti e per il 35% sulla base degli apprendisti formati (D.M. 22 dicembre 2014).

Tariffe minime di facchinaggio per la provincia di Foggia

23 feb 2015

Determinata, in euro 17,384, la tariffa minima per le prestazioni di facchinaggio per la provincia di Foggia. Tale tariffa avrà vigore fino al 31 dicembre 2015 e sarà maggiorata dalle percentuali previste dal Ccnl per i dipendenti da imprese di autotrasporto e spedizioni in caso di prestazione di lavoro nel giorno di sabato o di straordinario, festivo, notturno, per le categorie operai comuni o equivalenti (Decreto 13 febbraio 2015).

Reverse change: è irrilevante la fattura con P.IVA italiana

23 feb 2015

La fattura emessa con partita IVA italiana dal rappresentante fiscale di un soggetto passivo estero residente nell’U.E. (o fuori dall’U.E.), per una cessione di beni effettuata nei confronti di un soggetto passivo IVA residente in Italia, è da considerare non rilevante come fattura ai fini IVA e deve essere richiesta al suo posto la fattura emessa direttamente dal fornitore estero (Agenzia entrate - risoluzione n. 21/E del 20/02/2015).

I decreti attuativi del Jobs act

23 feb 2015

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, ha approvato, in via definitiva, i decreti legislativi attuativi del Jobs act in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti e sulla nuova Aspi, mentre ha approvato, in via preliminare, i decreti sulla semplificazione delle tipologie contrattuali e sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (Comunicato 20 febbraio 2015).

TFR - Coefficiente di rivalutazione - Gennaio 2015

20 feb 2015

L’indice Istat relativo al mese di gennaio 2015 è pari a 106,5 %. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto è 0,125000%.

Modello 770/2015: approvate le specifiche tecniche

20 feb 2015

Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nella dichiarazione dei modelli 770/2015 Ordinario e 770/2015 Semplificato, relativi all’anno di imposta 2014 (Agenzia delle Entrate - Provvedimenti nn. 23895/2015 e 23917/2015).

Le risposte dell'Agenzia delle Entrate a Telefisco

19 feb 2015

Con la Circolare n. 6/E del 19 febbraio 2015 l’Agenzia delle Entrate pubblica le risposte ai quesiti formulati in occasione di Telefisco 2015. I chiarimenti forniti, nella formula quesiti e risposte, riguardano le novità fiscali per le imprese ed i professionisti in materia IVA (black list, dichiarazioni d’intento, nuovo regime forfetario, inversione contabile), ma anche dubbi relativi a certificazione unica, dichiarazione precompilata, nuove regole del ravvedimento operoso e redditometro.

Reiterati provvedimenti disciplinari nei confronti del dipendente, escluso il mobbing

19 feb 2015

Con sentenza del 18 febbraio 2015, n. 3256, la Suprema Corte di Cassazione ha affermato che i reiterati provvedimenti disciplinari nei confronti del lavoratore non configurano il mobbing. Nel caso di specie, infatti, i Giudici non hanno rilevato un danno ulteriore ed afferente alla sfera morale della dipendente che le sarebbe derivato dall’illegittimo esercizio del potere disciplinare da parte del datore.

Credito d'imposta macchinari nuovi, i chiarimenti del Fisco

19 feb 2015

Con la Circolare n. 5/E del 19 febbraio 2015, l’Agenzia delle Entrate fornisce indicazioni e chiarimenti per fruire del credito d’imposta, previsto dall’articolo 18 del cd. "decreto competitività", per gli investimenti effettuati dalle imprese, dal 25.06.2014 al 30.06.2015, in beni strumentali nuovi compresi nella "divisione 28" della classificazione ATECO (macchinari e apparecchiature). La Circolare chiarisce che per la fruizione della detrazione non è necessario attendere il preventivo assenso dell’Agenzia delle entrate e non si applica né il limite di 250mila euro, previsto per i crediti d’imposta agevolativi, né il limite generale di compensabilità in F24 di 700 mila euro.

Rent to buy: i chiarimenti delle Entrate

19 feb 2015

Fornite le indicazioni sulla disciplina fiscale, ai fini delle imposte dirette e indirette, da applicare in riferimento ai contratti di locazione che le parti sottoscrivono in vista della successiva vendita del medesimo immobile all’affittuario (Agenzia delle Entrate - Circolare 19 febbraio 2015, n. 4/E).

Soppresso il codice tributo 2836

19 feb 2015

A decorrere dal 24 febbraio 2015, il codice tributo "2836 - Accisa sull’energia elettrica consumata nel territorio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia" si considera soppresso (Agenzia delle Entrate - Risoluzione 19 febbraio 2015, n. 20/E).