Benvenuto,

Esci

Unico modello di dichiarazione per la TASI

26 mar 2015 Per il modello di dichiarazione del tributo per i servizi indivisibili (TASI) si applicano le disposizioni concernenti l’approvazione del modello di dichiarazione relativo all’imposta municipale propria (Ministero dell’economia e delle finanze - Risoluzione 25 marzo 2015, n. 3/DF).

Ricezione dei risultati contabili del 730 per i sostituti d'imposta: chiarimenti sulla CSO

26 mar 2015 I sostituti d’imposta che non hanno presentato, a partire dal 2011, l’apposito modello e che non hanno trasmesso il quadro CT della certificazione unica ovvero lo hanno trasmesso per la prima volta successivamente al 12 marzo 2015 devono utilizzare il modello “Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi al modello 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate” (cd modello CSO). Tutti i chiarimenti sono contenuti nella risoluzione 25 marzo 2015, n. 33/E dell’agenzia delle entrate.

Benefici contributivi in agricoltura: disposizioni di carattere speciale e generale

25 mar 2015 I datori di lavoro del settore agricolo possono fruire dei benefici contributivi se vengono rispettate le regole dettate dalla legge, di carattere generale, n. 296/2006. La risposta del Ministero del lavoro giunge in seguito alla richiesta di chiarimenti del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei CdL in merito alle agevolazioni contributive (ex art. 20, co. 2, D.Lgs. n. 375/1993) riconosciute ai datori di lavoro agricolo che applicano i contratti collettivi nazionali di categoria (Interpello n. 8/2015).

Lapilli

Credito d'imposta per i produttori indipendenti di opere audiovisive

26 mar 2015

Il credito d’imposta previsto in favore delle attività cinematografiche (di cui all'art. 1, commi da 325 a 328 e da 330 a 337, Legge n. 244/2007 e ss.mm.) a decorrere dal 1° gennaio 2014 è esteso anche ai produttori indipendenti di opere audiovisive. Con il Decreto del 5 febbraio 2015, pubblicato nell G.U. 25 marzo 2015, n. 70, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo individua le disposizioni applicative per l’attribuzione del beneficio. In particolare, ai produttori indipendenti di opere audiovisive è riconosciuto un credito d’imposta pari al 15% del costo eleggibile delle opere, ovvero del 25% del costo di produzione della singola opera di nazionalità non italiana su commissione estera.

Aggiornamento dei coefficienti per i fabbricati del gruppo catastale D

26 mar 2015

Agli effetti dell’applicazione dell’imposta municipale propria (IMU) e del tributo per i servizi indivisibili (TASI) dovuti per l’anno 2015, sono stati aggiornati i coefficienti dei fabbricati appartenenti al gruppo catastale D (Ministero dell’Economia e delle Finanze - Decreto 25 marzo 2015).

Esenzioni IMU: il decreto è Legge

26 mar 2015

Il D.L. 24 gennaio 2015, n. 4, recante misure urgenti in materia di esenzione IMU, è stato convertito con modificazioni in Legge 24 marzo 2015, n. 34, pubblicata nel Supplemento ordinario n. 15 alla G.U. n. 70/2015. La presente legge entra in vigore 26 marzo 2015.

Comunicazione sede telematica per il 730-4

26 mar 2015

Con la Risoluzione n. 33/E del 25 marzo 2015, l’Agenzia delle Entrate fa sapere che a partire dal 23 marzo u.s. è di nuovo possibile trasmettere le comunicazioni per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai modelli 730-4 utilizzando il modello CSO. Il termine ultimo per trasmettere il modello (per la prima volta) relativamente ai dati riguardanti il 730/2015, dunque, è stato fissato al 15 aprile 2015. Eventuali variazioni rispetto alla sede telematica già comunicata in precedenza dovranno essere trasmesse entro il 25 maggio 2015. Le comunicazioni trasmesse oltre i predetti termini saranno prese in considerazione per i modelli 730-4 del 2016.

ANF e assegno di maternità per il 2015

26 mar 2015

Per l’anno 2015, l'assegno mensile per il nucleo familiare è pari a € 141,30, mentre, per lo stesso anno, l'assegno mensile di maternità per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, è pari a € 338,89 (Comunicato Presidenza del Consiglio dei Ministri 25 marzo 2015).

TFR in busta paga: firmato l'accordo con ABI

26 mar 2015

Firmato, lo scorso 20 marzo, l'accordo quadro tra il Ministero dell'economia e delle finanze, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, l'Associazione Bancaria Italiana per il finanziamento dei datori di lavoro con meno di 50 dipendenti che non intendano provvedere con risorse proprie all'anticipazione del TFR in busta paga (Comunicato Ministero del lavoro 25 marzo 2015).

Elenchi nominativi annuali dei lavoratori agricoli per il 2014

26 mar 2015

Con il messaggio del 25 marzo 2015, n. 2129, l’Inps illustra le modalità tecniche e procedurali concernenti le varie fasi dell’attività finalizzata alla pubblicazione degli elenchi nominativi annuali dei lavoratori agricoli valevoli per l’anno 2014, che dovrà avvenire entro il 31 marzo 2015.

Dichiarazione unica, valida per IMU e TASI

25 mar 2015

In seguito alle segnalazioni riguardanti l’adozione di differenti modelli di dichiarazione ai fini della TASI da parte di alcuni comuni, il Ministero dell’Economia e delle Finanze chiarisce che in base alla disciplina in materia, il modello di dichiarazione deve essere unico e valido su tutto il territorio nazionale. Il Ministero sottolinea, inoltre, che data la sostanziale identità delle informazioni richieste ai fini del controllo dell’esatto adempimento in questione "la dichiarazione IMU vale anche ai fini TASI". (Risoluzione n. 3/DF del 25 marzo 2015).

Credito d'imposta per piccole e medie imprese dell'esercizio cinematografico

25 mar 2015

Con il Decreto del 12 febbraio 2015, pubblicato nella G.U. 24 marzo 2015, n. 69, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo individua le disposizioni applicative per l’attribuzione del credito di imposta (D.L. n. 83/2014, conv. in L. n. 106/2014) per le piccole e medie imprese dell’esercizio cinematografico. In particolare, per gli anni 2015 e 2016, tale credito d'imposta è riconosciuto nella misura del trenta per cento delle spese relative agli interventi di ripristino di sale inattive ovvero di rinnovo delle apparecchiature e degli impianti, anche digitali, sostenute esclusivamente con riguardo a sale cinematografiche esistenti alla data del 1° gennaio 1980.

Depositi IVA: chiarimenti del Fisco sulla disciplina in vigore

24 mar 2015

L’Agenzia delle Entrate pubblica la Circolare n. 12/E del 24 marzo 2014, con la quale ripercorre la disciplina dei depositi IVA alla luce del pronunciamento della Corte di Giustizia Ue, con sentenza del 17 luglio 2014, in causa C-272/13, riguardante l’esenzione delle importazioni di beni destinati ad essere immessi in un regime di deposito diverso da quello doganale ed il conseguente obbligo di introdurre fisicamente le merci nel deposito medesimo.

Diffida accertativa nei confronti di una società fallita

24 mar 2015

La diffida accertativa, affinchè possa assumere il carattere del titolo esecutivo, è necessario che ne possieda tutti i requisiti della certezza, della liquidità e dell'esigibilità. Il credito della diffida accertativa emessa nei confronti di una società fallita, pur potendo avere i requisiti di certezza e di liquidità, certamente non reca il requisito dell'esigibilità. Pertanto, in tale ipotesi, non si può procedere a validazione, posto che lo stesso atto non possiede intrinsecamente i requisiti del titolo esecutivo (Nota del Ministero del lavoro n. 4684/2015).

Benefici contributivi per il settore agricolo, chiarimenti

24 mar 2015

Con interpello del 24 marzo 2015, n. 8, il Ministero del lavoro fornisce chiarimenti in ordine all’applicabilità dell’art. 20, co. 2, del D.Lgs. n. 375/1996, secondo il quale le agevolazioni contributive previste dalla normativa sono riconosciute ai datori di lavoro agricolo che applicano i contratti collettivi nazionali di categoria ovvero i contratti collettivi previsti.

Autorizzazione al lavoro esclusa per l'attività di animatore

24 mar 2015

Nel settore dello spettacolo risultano annoverabili le sole attività dirette alla "rappresentazione di tipo teatrale, cinematografico o televisivo, oppure alla realizzazione di un prodotto destinato ad essere visto o ascoltato da un pubblico presente o lontano. Ne resta esclusa la figura dell’animatore consistente nell’organizzazione di eventi di intrattenimento all'interno di una struttura ricettiva, declinabile in tutte quelle attività di carattere ludico e ricreativo rivolte anche ai bambini e finalizzate a favorire la socializzazione degli ospiti/utenti, nonché a facilitare la fruizione dei servizi offerti dalla medesima struttura. In tale ipotesi, non è, pertanto, necessario richiedere l’autorizzazione preventiva della DTL per l’impiego dei minori nell’espletamento dell’attività di animatore (Interpello del Ministero del lavoro del 24 marzo 2015, n. 7).

Lavoro a chiamata e attività di soccorso nel settore degli ambienti sospetti di inquinamento

24 mar 2015

Non sembrano emergere preclusioni in ordine alla possibilità di attivare rapporti di lavoro di natura intermittente ai fini dello svolgimento di attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, fermo restando il rispetto delle altre condizioni di legge e, in particolare, il possesso da parte del lavoratore di un’esperienza almeno triennale maturata in tale ambito. Detta possibilità risulterebbe ammessa in presenza dei requisiti anagrafici o oggettivi richiesti dall’art. 34 D.Lgs. n. 276/2003 ovvero, laddove nella fattispecie concreta si tratti effettivamente di personale che svolge la funzione di sorvegliante che non partecipa materialmente al lavoro ai sensi del n. 11 della tabella allegata al R.D. n. 2657/1923 (Interpello del Ministero del lavoro del 24 marzo 2015, n. 6).

Completamento delle proroghe a 24 mesi dei programmi di crisi per cessazione di attività

24 mar 2015

In attuazione dell’articolo 3, comma 3-septies, del Decreto Legge 31 dicembre 2014, n. 192, convertito, con modificazioni, nella Legge n. 11 del 2016, al fine di consentire il completamento dei piani di gestione degli esuberi a 24 mesi già concordati con accordi sottoscritti in sede ministeriale, possono essere autorizzati i trattamenti relativi al secondo anno di crisi per cessazione di attività che hanno inizio nel corso dell’anno 2015 fino a concorrenza delle risorse finanziarie previste. A tal fine, il Ministero del lavoro provvederà ad emanare decreti di autorizzazione del trattamento straordinario di integrazione salariale fino a concorrenza del limite di risorse finanziarie stanziate (Circolare del Ministero del lavoro 20 marzo 2015, n. 9).

Incremento del trattamento straordinario di integrazione salariale relativo al contratto di solidarierà

24 mar 2015

Per il 2015, l’ammontare del trattamento di integrazione salariale relativo ai contratti di solidarietà di cui all’articolo 1 del Decreto Legge n. 726/1984, convertito in Legge n. 863/1984, è aumentato nella misura del 10% della retribuzione persa a seguito di riduzione di orario. Per tale annualità, l’INPS è autorizzato ad erogare il trattamento di integrazione salariale autorizzato a seguito di stipula di contratto di solidarietà, in favore dei lavoratori destinatari, nella misura complessiva del 70% della retribuzione persa a seguito della riduzione dell’orario di lavoro, fino a concorrenza delle risorse finanziarie all’uopo stanziate (Circolare del Ministero del lavoro 20 marzo 2015, n. 8).

Approvate le regole di accesso al "Tax credit digitalizzazione turistica"

24 mar 2015

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha approvato, con il decreto ministeriale del 12 febbraio 2015, le regole di accesso al credito d’imposta per gli investimenti nella digitalizzazione da parte degli esercizi ricettivi, delle agenzie di viaggi e tour operator, cd. "Tax credit digitalizzazione turistica". Il decreto definisce i soggetti beneficiari e le spese agevolabili, nonché la misura e la procedura per la richiesta del bonus e le ipotesi di decadenza. Per l’invio della domanda, però, bisognerà aspettare la definizione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica di prossima adozione da parte dello stesso ministero.

Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari: nuovi codici tributo

23 mar 2015

Istituiti i codici tributo "2502 - Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – art. 6, decreto 17 giugno 2014 - SANZIONI" e "2503 - Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari – art. 6, decreto 17 giugno 2014 – INTERESSI", per il versamento, mediante il modello F24, delle sanzioni e degli interessi di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, relativi all’imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari (Agenzia delle Entrate - Risoluzione 23 marzo 2015, 32/E).

730 precompilato: arrivano i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

23 mar 2015

Con la Circolare n. 11/E del 23 marzo 2015, l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sulla dichiarazione 730 precompilata rendendo note le risposte ai diversi quesiti posti sul tema dai contribuenti, dai sostituti d’imposta e dagli intermediari.

Rettifica causale contributo "RCAD"

23 mar 2015

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 23 marzo 2015, n. 31/E, ha fornito istruzioni di rettifica per la compilazione del modello F24, relative al versamento delle somme dovute all’INPS per il recupero del contributo addizionale CIG (Cassa integrazione guadagni), causale contributo "RCAD".

Sanzione visto di conformità

23 mar 2015

L'Agenzia delle entrate ha confermato all’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni come la somma che i soggetti che prestano assistenza fiscale sarebbero tenuti a pagare in caso di errore abbia natura risarcitoria e non di sanzione amministrativa. Infatti, l’impegno assunto dai CAF e dai professionisti abilitati ad apporre il visto di conformità e il conseguente affidamento dei contribuenti implicano la responsabilità di quei soggetti per l’errato controllo dei dati documentali (IVASS - Lettera 19 marzo 2015, n. 366).

Approvato il modello IVA TR

23 mar 2015

Con il provvedimento del 20 marzo 2015 n. 39968, l’Agenzia delle entrate ha approvato il modello IVA TR per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale. Il nuovo modello sostituisce quello approvato con il provvedimento del 26 marzo 2014 e deve essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso o di utilizzo in compensazione del credito IVA relativo al primo trimestre dell’anno d’imposta 2015.

Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita

23 mar 2015

Dal 1° gennaio 2016, si applicano i nuovi requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici adeguati agli incrementi alla speranza di vita (D.M. 16 dicembre 2014). L’Inps, con circolare del 20 marzo 2015, n. 63, fornisce alcune indicazioni al riguardo.

NASpI: chiarimenti sui periodi di CIG a zero

20 mar 2015

Con riferimento alla nuova prestazione NASpI (decorrente dal 1° maggio 2015), il Ministero del lavoro, con comunicato del 20 marzo 2015, precisa che i periodi di Cassa Integrazione a zero ore o di altri periodi non utili ai fini del soddisfacimento del requisito contributivo (p. es. malattia senza integrazione della retribuzione da parte del datore di lavoro), immediatamente precedenti la cessazione del rapporto di lavoro, saranno considerati, come avveniva in precedenza, periodi neutri e determineranno un ampliamento, pari alla loro durata, del quadriennio all'interno del quale ricercare il requisito necessario di almeno tredici settimane di contribuzione.

Precisazioni INPS sulla liquidazione anticipata di ASpI e mini-AspI per il lavoro autonomo

20 mar 2015

Con circolare del 19 marzo 2015, n. 62, l’Inps fornisce indicazioni sulla liquidazione anticipata in un’unica soluzione degli importi non ancora percepiti delle prestazioni di disoccupazione ASpI e mini-AspI al fine dello svolgimento di attività di lavoro autonomo.

Nuove istruzioni per la compilazione del 730

20 mar 2015

L’Agenzia delle Entrate modifica le istruzioni di compilazione della dichiarazione dei redditi Modello 730/2015, per adeguarle alle disposizioni normative intervenute dopo il 15 gennaio 2015 e correggere alcuni errori materiali. Il provvedimento n. 39957 del 20 merzo 2015, in particolare, modifica le istruzioni riguardanti i terreni agricoli che beneficiano dell’esenzion IMU, la deduzione per l’acquisto o la costruzione di abitazioni da destinare alla locazione, l’addizionale regionale per il Lazio, e integra l’elenco dei partiti politici ammessi a beneficiare della destinazione volontaria del due per mille IRPEF.

Sisma maggio 2012: utilizzo del credito d'imposta

20 mar 2015

L’Agenzia delle Entrate ha definito le misure percentuali massime del credito d’imposta spettante alle imprese e ai lavoratori autonomi danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 che hanno presentato la richiesta nel 2014 per i costi agevolabili sostenuti negli anni 2012 e 2013 e ha istituito il relativo codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24 (Provvedimento 20 marzo 2015, n. 39951 e Risoluzione 30 marzo 2015, n. 30/E)

CCNL EDILI ANIEM CONFAPI: firma del Protocollo sulla Bilateralità

20 mar 2015

Le parti sindacali, a completamento del CCNL per gli addetti delle piccole e medie industrie edili e affini Aniem-Confapi, stabiliscono che dovrà essere istituito un unico ente nazionale, denominato SBC - Sistema bilaterale delle costruzioni - che assumerà le funzioni finora svolte da CNCE, CNCPT e FORMEDIL Nazionale.

TFR in busta paga: il decreto attuativo in GU

20 mar 2015

Pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale del 19 marzo 2015, n. 65, il D.P.C.M. del 20 febbraio 2015, n. 29, recante le norme attuative delle disposizioni in materia di liquidazione del TFR come parte integrante della retribuzione per il periodo di paga decorrente da marzo 2015 a giugno 2018. Tale provvedimento disciplina le modalità di attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 1, commi da 26 a 34, della Legge di stabilità 2015, nonché i criteri, le condizioni e le modalità di funzionamento del Fondo di garanzia.

Nessun compenso al lavoratore per l'invenzione "occasionale"

19 mar 2015

Con sentenza del 18 marzo 2015, n. 5424, la Suprema Corte di Cassazione ha affermato che al lavoratore non spetta alcun compenso per l'invenzione "occasionale" se l'attività non è dovuta nell'ambito del contratto di lavoro, ma estranea ad eventuali incarichi di ricerca, o di studio, e in nessun modo connessa all'attività produttiva.